Archivi

News

Ott 26

2019

0

commenti

Luca Signorelli “Cortona Roma Cortona”

Cosa chiediamo ad una mostra che celebra uno dei nostri pittori preferiti? Quello di apprendere un aspetto della sua Arte a noi sconosciuto. Ogni giorno si ricerca e si comparano le opere fra i vari artisti, si leggono nuovi documenti e si hanno diverse intuizioni osservando magari gli stessi capolavori di sempre.

Sta volgendo al termine nei Musei Capitolini la mostra di “Luca Signorelli e ROMA Oblio e Riscoperte” che lo celebra particolarmente per aver compreso per primo le potenzialità espressive del nudo in pittura, i suoi corpi dipinti con Grazia e Dinamicità hanno donato al Rinascimento un enorme contributo con la sua Unicità.

Luca Signorelli nasce e muore a Cortona ma c’è un “Suo Durante”, una meravigliosa esistenza vissuta in compagnia della sua ineguagliabile Arte che si è sviluppata nelle regioni delle Marche, della Toscana e del Lazio e in città come Firenze e Roma.

Di lui scriveva Giorgio Vasari: “Fu Luca persona d’ottimi costumi, sincero et amorevole con gl’amici, e di conversazione dolce e piacevole con ognuno, e soprattutto cortese a chiunche ebbe bisogno dell’opera sua e facile nell’insegnare a’ suoi discepoli. Visse splendidamente e si dilettò di vestir bene; per le quali buone qualità fu sempre nella patria e fuori in somma venerazione”

Viveva agiatamente, da vero Signorotto, oggi diremmo come un eccellente borghese ma ciò non indebolì la sua vena creativa perché era bravo in pittura e imparava umilmente dai suoi stessi errori, si correggeva ancor prima che il suo Maestro Piero della Francesca glieli indicasse.

Il Signorelli dipingeva corpi atletici sempre in pose molto studiate e presentate con naturale eleganza. Il nudo era la figurazione prediletta che usava per raccontare l’Uomo Rinascimentale. Persino in soggetti dolorosamente drammatici come nel Martirio di San Sebastiano di Città di Castello è evidente come il sentimento del dolore sia posto dall’artista in secondo piano rispetto alla bella composizione architettonica disegnata dei corpi del Santo e dei suoi aguzzini. Amava rivisitare la Classicità dandole personalmente più intraprendenza e azione.

Nella mostra dei Musei Capitolini tutto ciò è ben spiegato. Nelle prime sale si narra la Roma di Sisto IV e per una reale visione urbanistica di allora siamo aiutati da un quadro del vedutista Vanvitelli dove i rovi e la terra nascondono le rovine della Roma Imperiale ed ospitano contemporaneamente greggi di pecore e carrozze signorili. In un’altra sala si mostra lo Spinario del 1° sec. a.C. una statua ellenistica in bronzo che fu per il Signorelli fonte di grande ispirazione durante il suo soggiorno nella città pontificia tanto da ridipingerlo in più di una sua opera. La scultura modella un fanciullo dal viso angelico che seduto cerca di estrarre una spina dal piede. La semplice gestualità esprime la concentrazione adolescenziale, non sono rappresentati il dolore o lo spavento, ma sono idealizzate l’inesperienza e l’ingenuità delle prime prodezze.

Sono stati scritti libri su questo soggetto riprodotto in tutti i secoli, considerate che lo stesso Medici ne mostrava uno in casa sua a Firenze. Al riguardo sono convinta che il Signorelli nella celebre casa fiorentina si sia innamorato anche del David di Donatello tanto da riprodurre in tutti i suoi uomini la stessa muscolatura levigata e slanciata imitandone anche a volte la languida rilassatezza.

Roma celebra il Signorelli come una sua creatura e ne ha pieno diritto, del resto il Maestro Cortonese insieme a Bartolomeo della Gatta (che noi ammiriamo nel Museo Diocesano di Cortona nella sala dell’Annunciazione del Beato Angelico) hanno dipinto nella Cappella Sistina il Testamento e la Morte di Mosè (1481/2). Pensate dunque agli incontri che hanno vissuto con Raffaello e Michelangelo, ma furono proprio questi eccezionali confronti la causa della “caduta della sua arte nell’oblio” per tanti secoli.

Nella Mostra sono presentate delle diapositive riprese nella Cappella di San Brizio del Duomo di Orvieto. Scrive di lui il Vasari: “.. invenzione bellissima, bizzarra e capricciosa per la varietà di vedere tanti angeli, demoni, terremoti, fuochi, ruine e gran parte de’ miracoli di Anticristo; dove mostrò la invenzione e la pratica grande ch’egli aveva degli ignudi, con molti scorti e belle forme di figure ..”

In questo tempio il Signorelli compie il suo Capolavoro che passa alla storia e dona una profonda ispirazione a Michelangelo per il suo Giudizio Universale nella Cappella Sistina. Sono due opere che mettono l’Uomo in diretta relazione con Dio, quello del Signorelli è dantesco e provocatorio per l’epoca, quello di Michelangelo umile e drammaticamente profondo.

Solo nel 1800 Luca Signorelli è stato riscoperto dai mercanti d’arte ed oggi è riconosciuto come il Pittore che aprì la porta al Rinascimento Michelangiolesco e Raffaelita.

Dunque i capolavori hanno “dei padri, dei figli e dei fratelli”, le idee si mescolano, si fondono e si scindono per rigenerarsi in altro e fino a che ci sarà vita umana su questa terra questo processo affascinante non si fermerà mai e donerà sempre Stupore.

Perché Cortona non organizza un Festival di Studi su Luca Signorelli? “Una tre giorni” di incontri internazionali di Storici dell’Arte, di promotori di Economia Turistica e di Professori Universitari per favorire, creare e sviluppare un’Economia Culturale di massimo prestigio? Al riguardo non dimentichiamo anche la figura di Pietro da Cortona!

Roberta Ramacciotti www.cortonamore.it®

Set 28

2019

0

commenti

Gesu’ e il rametto di corallo

La curiosità verso le pitture antiche che riportano gesti scaramantici mi ha portato a studiare l’affresco staccato dipinto dai fratelli Salimbeni Lorenzo e Jacopo che risiede nel Complesso Conventuale di San Francesco a Cortona; un meraviglioso capolavoro di Gotico Internazionale, opera di questi pittori marchigiani nel quale è presente una Madonna in trono che ha in braccio Gesù con appeso al collo un rametto rosso di corallo. I visi dei protagonisti e dei Santi e l’elaborata pittura decorativa lo innalzano al gotico fiorito restituendo tanta Bellezza ma, gli “irriverenti” Salimbeni, hanno dipinto il Santo Giovanni Battista mentre fa gli scongiuri con le dita e come se non bastasse, il trono dove è seduta la Vergine Maria è decorato da figure di uomini in miniatura che si amano carnalmente.

Altro che gossip da giornaletti settimanali venduti presso le edicole! Continua →

Lug 27

2019

0

commenti

L’elegante pittura di Margherita Lipinska

La secolare Cortona ha ospitato la mostra personale della pittrice polacca Margherita Lipinska: “Architettura del Mito”, diverso titolo non poteva risultare più appropriato. Le sue opere racchiudono citazioni classiche greco/romane che lei “fa proprie” con i sui moderni gesti pittorici. I magnifici cavalli che ritrae, i re e i condottieri leggendari che li cavalcano rappresentano stralci della storia della Magna Grecia e dell’Asia Antica, fanno sognare epoche passate intrecciate fra ciò crediamo sia stato e quello che fu realmente.

La splendida Venere di Milo, il quadro che la Lipinska ha dipinto in grandi dimensioni con la sua pulita tecnica mista, non smentisce il mito della bellezza. E’ una delle sculture più famose della civiltà greca attribuita a Alessandro di Antioca (130 a.C.) che incarna l’essenza dell’eleganza e della sensualità femminile. Continua →

Giu 19

2019

0

commenti

Talenti Musicali Aretini

” Talenti Musicali Aretini ” Studenti liceali in Concerto a San Domenico

In un piccolo centro come Cortona i fatti e i misfatti del quotidiano, conditi purtroppo dalla noia e dall’invidia sono l’ossigeno per la negatività e fanno gossip perché il contatto tra la popolazione è ristretto al punto che chiunque rimane comunque facilmente coinvolto persino quelli che lavorano disinteressatamente per il bene della collettività.

Perché questa banale osservazione?

Perché se vogliamo rigenerare lo spirito costruttivo e collaborativo della nostra comunità per consentire un futuro migliore ai nostri giovani, dobbiamo Volare Alto, incensarci di meno e prodigarci di più.

Il nostro prossimo, “Gli Altri” che non sono altro che i nostri figli e quelli del vicino della porta accanto, hanno bisogno del nostro aiuto ORA. Continua →

Giu 13

2019

0

commenti

Auguri al Vincitore Luciano Meoni Sindaco e Auguri a Tutti Noi

Dal ballottaggio dei Candidati delle due aree opposte per la carica di Sindaco di Cortona: Andrea Bernardini (PD Cortona, Uniti per Cortona, Cortona Civica) e Luciano Meoni (Fratelli d’Italia, Futuro per Cortona, Forza Italia, Lega) vince l’imprenditore Luciano Meoni con il 51,70% sul 48,30% al quale invio i Migliori Auguri per un Buon Governo.

Sono auspici diffusi a pioggia anche a tutta la collettività perché se il nuovo sindaco sceglierà di seguire con metodo meritocratico la scelta degli uomini per le ripartizioni degli incarichi della giunta comunale, salirà il livello qualitativo della Politica. Raccoglieranno i nostri problemi e le proposte non solo dei cittadini del Comune di Cortona ma anche quelle dei tanti “turisti residenti” come quelle dei nuovi pensionati che sceglieranno di trasferirsi da altri comuni perché più cari, più caotici o meno virtuosi, tutti comunque futuri nuovi elettori. Continua →

Giu 02

2019

0

commenti

Al Teatro Signorelli: Il Requiem di Terezin con Francesco Attesti

Il Teatro è l’Olimpo per l’Umanità e fin dai tempi antichi ha sempre raffigurato il modo artistico più elevato per esprimersi. Le stesse scenografie sono dipinti, frutto di disegni, la musica accompagna il canto e la danza, sono sculture animate e la recita degli attori a volte assume persino la sacralità di una preghiera.

Il teatro nobilita l’Uomo: cura la Bellezza, custodisce la Sapienza, esprime l’Amore. Continua →

Mag 31

2019

0

commenti

Il Gesto di Almirante e Berlinguer di Antonio Padellaro

“Conoscenza .. Rispetto .. Amicizia”..

 La Fondazione Nicodemo Settembrini, nella Sala Pancrazi del Centro Sant’Agostino di Cortona, in collaborazione con il Comune di Cortona, ha presentato il libro “Il Gesto di Almirante e Berlinguer” scritto da Antonio Padellaro.

E’ stato un pomeriggio interessante per le riflessioni politiche, del resto il tema era insolito quanto affascinante. L’Uomo Padellaro ha cercato di comunicare come la sintesi di un Gesto sia a volte più incisiva e determinante per la diffusione di un messaggio politico, più di interminabili comizi. Continua →

Mag 21

2019

0

commenti

Cortona e le Sue “Piante Incatenate”

Cortona è una città che può essere ammirata dai quattro punti cardinali, è un mondo di tetti, tegole, comignoli e campanili dalle forme antiche. Vista dall’alto appare come un disegno cubista, passeggiare poi per le sue stradine e vicoletti rappresenta per chiunque un momento di pace e benessere.

Le migliori camminate sono quelle che compio al mattino presto, quando la notte restituisce al sole il suo predominio di luce e calore. Non ci sono auto in circolazione e le poche parcheggiate appaiono come dei giganti “maggiolini metallici” ancora addormentati. Continua →

Apr 08

2019

0

commenti

II°Festival IntegrArs di Teatro Inclusivo

La Polisportiva CAM presenta il

II°Festival IntegrArs di Teatro Inclusivo

della Città di Cortona

Con la partecipazione di

AMANDA SANDRELLI

 Cortona offre il suo Cuore e ospita la seconda edizione del Festival IntegrArs 2019 nelle giornate del 12-13-14 Aprile 2019.

E’ una rappresentazione della Bontà e della forza che può sprigionare. L’inaugurazione avrà luogo nella sede del Teatro Signorelli il venerdì alle h.10,00 alla presenza della Signora Francesca Basanieri, Sindaco di Cortona, che accoglierà tutti i partecipanti accompagnati dai centri specializzati e dalle loro famiglie. Seguiranno le prime performance dei partecipanti di tutte le età, soggetti portatori di diversi handicap che, attraverso le varie recite teatrali, faranno conoscere la loro personale condizione. Continua →

Mar 12

2019

0

commenti

Pop Economy TV e .. non solo …

Pop Economy era l’Iniziativa che Aspettavamo, il canale di trasmissione che Speravamo.

Da questa emittente canale 224 del digitale terrestre le notizie invadono a ritmo serrato le nostre abitazioni, comunicazioni non pubblicate dai “soliti canali”.

Lanciano azioni di imprenditori giovanissimi, italiani.

E’ una TV trainante, performante!

Video Colorati, Veloci, Scritte Sintetiche.

Pochi secondi Davanti per molto studio Dietro! Continua →